Riscaldamento chiese – costi a confronto

Costi di riscaldamento a confronto:
irraggiamento contro aria calda

Sappiamo che i costi di esercizio di un riscaldamento ad irraggiamento possono essere molto più bassi di quelli di un riscaldamento ad aria calda. Ma quanto più bassi?

Per verificarlo, osserviamo come siano variati i costi di riscaldamento in un caso concreto, prima e dopo aver sostituito il vecchio impianto ad aria calda con un nuovo impianto ad irraggiamento alimentato elettricamente.

Caso di studio: riscaldamento di una chiesa

Il committente è una chiesa parrocchiale che, nel novembre 2012, realizza un riscaldamento ad irraggiamento elettrico della potenza complessiva di 84 kW.

riscaldamento irraggiamento chiesa

In inverno, il riscaldamento è acceso per una messa serale dal lunedì al sabato e due messe la domenica. Il parroco lo accende spesso completamente, per dare il massimo del comfort ai fedeli.

Aggiungendo alle messe ordinarie una funzione straordinaria ogni due settimane ed altre sporadiche accensioni, per esempio per l’adorazione, stimiamo un tempo di accensione settimanale di circa 9 ore.

Possiamo ora calcolare il costo di esercizio atteso con il nostro calcolatore online, inserendo una potenza di 84 kW e 9 ore di accensione settimanali. Alle tariffe odierne (sono aggiornate ogni tre mesi) otteniamo un costo di esercizio di € 736+IVA (circa 900 euro) al mese nei mesi invernali.

D’estate il costo del solo riscaldamento è stimato in € 20+IVA (circa 24 euro), perché le spese fisse di un impianto di questa potenza si calcolano sul massimo impegno del mese.

Leggiamo le bollette

Per comparare il costo stimato con quello reale, ci procuriamo una bolletta elettrica di pieno inverno ed un’altra di piena estate:

bolletta elettrica con i consumi di febbraio 2014
bolletta elettrica con i consumi di luglio 2014

La prima bolletta somma i consumi elettrici del riscaldamento con quelli per altri usi, la seconda riguarda solo gli altri usi, perché in estate il riscaldamento è spento.

Poi, per comparare i costi di esercizio del nuovo impianto ad irraggiamento con quelli del vecchio impianto ad aria, ci procuriamo una analoga bolletta del metano relativa al vecchio impianto ed una successiva alla sua sostituzione.

bolletta gas metano con i consumi di febbraio 2012 comprende il riscaldamento fino a novembre 2012
bolletta gas metano con i consumi di febbraio 2014

La prima bolletta somma i consumi di gas per il riscaldamento con quelli per altri usi, la nuova invece è relativa solo a questi ultimi. La differenza tra le due sono i costi mensili del riscaldamento ad aria.

Ora possiamo confrontare i costi di esercizio del vecchio impianto di riscaldamento con quelli del nuovo.

 

Il risultato: un risparmio di quasi 1200 euro al mese

confronto costi di esercizio

La parrocchia spendeva per il riscaldamento 1865 euro di metano al mese, mentre ora ne spende 668 (meno dei 900 inizialmente stimati), con un risparmio di 1197 euro al mese.

In cinque mesi di accensione il risparmio è quasi seimila euro.

risparmio

By | 2017-05-18T08:50:55+00:00 giugno 8th, 2015|Irraggiamento, Riscaldamento|0 Commenti